Viene voglia di dire “grazie Anonymous” per questa operazione. Avevamo parlato tempo fa di questo gruppo di hacker già protagonista di attacchi diversificati ma ora si viene a sapere che la scorsa settimana il gruppo ha smantellato una darknet (sostanzialmente una rete nascosta su internet dove i membri accedono solo tramite VPN tramite protocolli p2p) chiamata Lolita City e frequentata solo da pedofili che la usavano per scambiarsi materiale pedopornografico. Sono stati eliminati dalla rete più di 100Gb di materiale pedopornografico.

Anonymous ha attaccato un servizio chiamato Freedom Hosting che è accusato di ospitare un sacco di siti pedopornografici. Dopo avere chiesto di eliminare i siti di quel tipo e avere ricevuto un rifiuto, si sono infiltrati nei loro server e li hanno eliminati loro. Questi sono stati ripristinati dagli amministratori di Freedom Hosting da un backp e nuovamente resi irraggiungibili in modo definitivo dal gruppo Anonymous. Su pastebin potete trovare tutto quello che è successo.

Abbiamo letto come hanno fatto ma, al di là che sono questioni estremamente tecniche, è ovvio che nel gruppo ci devono essere persone con capacità tecniche di altissimo livello, sopratutto se consideriamo che il server bersaglio si nascondeva dietro Tor, una tecnologia di networking sviluppata per questioni di sicurezza dalla Marina degli Stati Uniti.

Ecco il loro statement e la loro mission. E’ inutile dire che, se è tutto vero, questo gruppo, nonostante la minaccia di distruggere Facebook il 5 novembre di cui sopra, ha e avrà sempre tutto il mio appoggio…

————————
Our Statement
————————
The owners and operators at Freedom Hosting are openly supporting child pornography and enabling pedophiles to view innocent children, fueling their issues and putting children at risk of abduction, molestation, rape, and death.

For this, Freedom Hosting has been declared #OpDarknet Enemy Number One.

By taking down Freedom Hosting, we are eliminating 40+ child pornography websites, among these is Lolita City, one of the largest child pornography websites to date containing more than 100GB of child pornography.

We will continue to not only crash Freedom Hosting’s server, but any other server we find to contain, promote, or support child pornography.

————————
Our Demands
————————
Our demands are simple. Remove all child pornography content from your servers. Refuse to provide hosting services to any website dealing with child pornography. This statement is not just aimed at Freedom Hosting, but everyone on the internet. It does not matter who you are, if we find you to be hosting, promoting, or supporting child pornography, you will become a target.