Che gli iMac non siano stati costruiti per facilitare lo scambio di parti interne è abbastanza chiaro ma ora Apple è arrivata al punto che se vi si dovesse rompere il disco fisso, non potreste cambiarlo con uno standard ma solo con uno specifico Apple che, ovviamente, costerà molto di più. Il fatto è che Apple ha usato dei dischi con un firmware customizzato che invia informazioni sulla temperatura tramite un cavo SATA non standard. Sostanzialmente il disco Apple invia alla scheda logica informazioni sulla temperatura tramite questo connettore custom quindi un disco standard non avrà né il firmware personalizzato né il connettore non standard e non potrà funzionare oppure funzionerà come disco ma con il concerto dei ventilatori della macchina che gireranno al massimo.

Non è proprio una bella cosa questa…