Ieri Apple ha annunciato per l’estate l’uscita del nuovo firmware 4.0 che sarà disponibile per tutti gli iPhone, eccetto il vetusto 2G, e per l’iPad verso l’autunno. Sul sito Apple trovate tutti i dettagli mentre se volete vedere il filmato completo del keynote tenuto da Steve Jobs, lo trovate sempre sul sito Apple.

Al di là delle novità si legge che il multitasking sarà disponibile solo per i modelli dal 3GS in avanti, che comprenderà quindi il nuovo iPhone previsto per giugno, e si legge anche una cosa interessante nel developer’s agreement:

Applications may only use Documented APIs in the manner prescribed by Apple and must not use or call any private APIs. Applications must be originally written in Objective-C, C, C++, or JavaScript as executed by the iPhone OS WebKit engine, and only code written in C, C++, and Objective-C may compile and directly link against the Documented APIs (e.g., Applications that link to Documented APIs through an intermediary translation or compatibility layer or tool are prohibited).

Sembra una mossa fatta apposta per dare fastidio ad Adobe che nella versione CS5 della sua Creative Suite, aveva inserito un sistema per salvare delle animazioni Flash in un formato compatibile con iPhone e, ovviamente iPad di cui potete trovare un articolo su Engadget. Siccome il codice, in questo caso, non è stato scritto in un linguaggio approvato da Apple, tale trucchetto non è possibile. Questo taglia fuori anche altri produttori dal portare i loro prodotti su iPad o iPhone.

C’è da chiedersi se Apple non stia esagerando con questa acrimonia nei confronti di Adobe e di Flash e anche come evolverà questa storia, una volta passato l’hype per il nuovo prodotto che adesso sta vivendo iPad.