Il Blog di Shift

Pensieri e parole dal mondo dell'informatica

Internet

I peggiori siti su internet

Usciamo per una volta dal seminato per presentarvi alcuni siti che definire terrificanti significa fare un complimento. In un periodo in cui l’eleganza e il minimalismo la fanno da padrona, ci si stupisce di come si possano ancora realizzare (a livello casalingo e non professionale, almeno si spera) dei siti così brutti non solo dal punto di vista estetico ma anche della leggibilità e dell’usabilità, certo non meno importanti.

Ce ne sono tanti brutti ma siamo dell’idea che questi tre siano veramente il top della bruttezza e chi chiediamo anche se, per caso, non siano stati fatti appositamente in questo modo.

Non vogliamo togliervi la sorpresa e ve li elenchiamo; fatevi due risate!

  1. Dokimos.org
  2. Gebhart
  3. Ron Oslund
  4. Havenworks
  5. 5safepoints.com

3 Comments

  1. emilio

    sono anni che navigo ed uso la rete senza problemi ma ultimamente e per accedere ai servizi utili per il cittadino ho riscontrato grosse difficoltà, alcuni esempi:
    INAIL non sono riuscito a chiedere il DURC per un appalto pubblico
    INPS ho rinunciato a chiedere il sostegno al reddito per un contratto CO.CO.PRO
    REGIONE LAZIO non si riesce ad accedere alle agevolazioni per il trasporto pubblico per i studenti.
    Ci vorrebbe un commercialista per ogni famiglia

  2. Andrea

    Ho trovato un’altro blog, il peggiore fra tutti quelli trattanti informatica!
    http://andromodding.wordpress.com

  3. Oggi girovagando sul web mi è capitato di imbattermi nel nuovo sito di una fantomatica agenzia di B&B dal nome ANBBA , ma avete visto che roba? E pensare che il sito dovrebbe essere nuovo, io gli darei il podio come bruttezza. All’inizio pensavo che si trattasse di un sito di un teatro visto che c’era un sipario retrò aperto. Più che un sito nuovo mi sembra il sito di mio nonno, e che caxxo sono un’associazione , 500€ per un sito decente potrebbero anche spenderli……..

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Theme by Anders Norén