www

Ci sentiamo di postare questo articolo perché, alla luce degli ultimi adeguamenti normativi, avere un sito aziendale richiede degli adempimenti che, se non vengono effettuati, possono portare a grossi problemi o sanzioni. Recentemente un nostro cliente, al quale non abbiamo fatto noi il sito, è stato sanzionato per 30.000 Euro, poi ridotti a 8.000, semplicemente perché aveva omesso la corretta dicitura della privacy nella pagina dei contatti. A un altro cliente il fatto di non avere indicato la partita iva sul sito è costato 3.000 Euro.

Non vogliamo fare terrorismo psicologico ma solo portare all’attenzione di tutti come il fatto di fare un sito aziendale non è un gioco e non può essere affidato a chi non ha tutti i requisiti ed è a conoscenza della normativa. Oggi come oggi farsi fare il sito dall’amico o da chi fa spendere meno in assoluto non è più la scelta migliore perché si risparmia nell’immediato e poi si rischia di buttare via i soldi in multe con tutte le conseguenze del caso.

L’obbligatorietà dell’indicazione della partita iva è vecchia mentre più recente è la norma che impone determinate diciture all’interno del sito. Il discorso della privacy è altrettanto importante e può essere realizzato inserendo una pagina che spieghi le politiche di privacy e le indicazioni dell’informativa Ai sensi del D.Lgs. 196/2003.

Se avete bisogno di maggiori informazioni non esitate a contattarci allo 031-241987.