motori

Estate di accordi questa. Prima Bing (in realtà Microsoft che è proprietaria del motore di ricerca Bing) e Yahoo si sono accordati in modo da permettere a Yahoo di usare la tecnologia di ricerca di Bing e di contrastare lo strapotere di Google, poi Bing e WolframAlpha si sono accordati affinché Bing possa usare alcune delle tecnologie di WolframAlpha. Bing sta crescendo parecchio in questo periodo soprattutto a discapito di Google. Forse gli utenti vogliono qualcosa di nuovo oppure, effettivamente, Bing è un buon servizio che funziona bene e da agli utenti quello che cercano in tempi rapidi. La guerra è appena cominciata e vedremo come va a finire; nel frattempo Google, che non dorme sugli allori, sta testando una versione nuova del suo motore di ricerca che, a quanto dicono, produce dei risultati migliori, e che può essere testata su sandbox.google.com